Sommario della pagina:
Personalizza lo stile

Energiochi 10 - Anno scolastico 2014/2015

Energiochi all'EXPO 2015: il nuovo linguaggio dell'Energia

MILANO. "Uno sforzo e un impegno che confermano l'internazionalità dell'iniziativa Energiochi che pone oggi le basi per una implementazione delle attività e per tutta una serie di iniziative progettuali sui temi dello sviluppo sostenibile e dell'energia".
Si è svolto nei giorni 27 e 28 Luglio a Milano, l'incontro di formazione nell'ambito del progetto Energiochi tra i rappresentanti della regione e i docenti italiani e spagnoli presso "Casa Abruzzo" il sito espositivo dell'EXPO per parlare del legame tra le tematiche di educazione allo sviluppo sostenibile, energia ed alimentazione.
All'evento sono intervenuti oltre all'Assessore all'Ambiente, Mario Mazzocca, la dirigente del Servizio Energia, Iris Flacco, rappresentanti dell'Agenzia regionale ARAEN, docenti delle scuole abruzzesi, rappresentanti dell'università e della Direzione scolastica regionale, membri della commissione Energiochi X, rappresentanti delle agenzie regionali energia e ambiente, e docenti di Avila (Spagna).
Energiochi è un concorso ideato dalla Regione Abruzzo e organizzato in collaborazione con il MIUR - Ufficio Scolastico regionale per l' Abruzzo, il Dipartimento di Scienze umane dell'Università dell'Aquila e l'ENEA. Nasce nel 2004, con l'intenzione e l'interesse di coinvolgere gli alunni degli istituti scolastici abruzzesi, nel processo di sviluppo delle nuove energie e nell'attuazione degli impegni presi con il 'Protocollo di Kyoto' il trattato internazionale in materia ambientale riguardante il riscaldamento globale.
Il Concorso quest'anno ha celebrato la sua decima edizione e si è arricchito anno per anno di nuove iniziative, nuovi partners stranieri e nuove attività, sono già stati stilati infatti accordi di collaborazione con la Croazia (Contea Krapina) e la Spagna (Provincia di Avila) e durante il meeting sono state presentate nuove opportunità di collaborazione che porteranno a sviluppare una nuova piattaforma per confrontarsi a livello europeo con attività di docenza nelle scuole e sviluppare una nuova cultura in campo energetico.
L'incontro è stato anche l'occasione per scambiare esperienze coi docenti spagnoli e per valutare come la consapevolezza dei temi dell'energia e della sostenibilità stia crescendo anno per anno negli studenti, anche grazioe al progetto Energiochi che vede in campo ogni anno più di 10000 ragazzi dai 3 ai 18 anni e dai loro docenti.
Dopo 10 anni di esperienza si può certamente dire che Energiochi è il nuovo linguaggio dell'energia dei giovani, come loro vedono l'energia e come loro parlano di energia.

Gli Innovatori per eccellenza - Energiochi 10° edizione

Energiochi 10 - Individuazione delle scuole vincitrici, premi speciali e menzioni

Pubblicati i vincitori della decima edizione del concorso regionale Energiochi. Un vivo ringraziamento va a tutti gli insegnanti e agli alunni che si sono impegnati per produrre "nuove energie" acquisendo così consapevolezza del territorio abruzzese e delle risorse che esso possiede. L'appuntamento è al 27 maggio 2015 a Pescara per la cerimonia di premiazione.
Quasi ultimati i lavori della Commissione, che sta valutando i 247 elaborati pervenuti da parte degli istituti scolastici. Tutti i partecipanti si sono impegnati, nel migliore dei modi, per tradurre in consapevolezza le conoscenze acquisite per mezzo del percorso didattico seguito. Nei prossimi giorni la pubblicazione delle scuole vincitrici, che parteciperanno alla manifestazione finale

Al via il decennio del concorso regionale Energiochi a.s.2014/2015

La Regione Abruzzo in collaborazione con il MIUR - Ufficio Scolastico regionale per l'Abruzzo, il Dipartimento di Scienze umane dell'Università dell'Aquila e l'ENEA presenta alle scuole della Regione la decima edizione del concorso Energiochi.
Un importante traguardo che, soprattutto grazie al costante interesse dimostrato ogni anno da docenti e dirigenti scolastici, rafforza la consapevolezza di aver creato una formula vincente che ha coinvolto, negli anni trascorsi, moltissime scuole della nostra regione. La finalità principale è far conoscere agli alunni di ogni ordine e grado degli Istituti scolastici presenti sul territorio abruzzese il nuovo linguaggio dell'energia, che traduce azioni e comportamenti virtuosi e punta alla diffusione di buone pratiche nella scuola per un'educazione alla sostenibilità energetica. La nuova direttiva europea pone un obiettivo di riduzione dei gas a effetto serra vincolante, stabilendo una riduzione del 40% delle emissioni rispetto ai livelli del 1990 da raggiungere con un'azione a livello nazionale.
Per questo la strategia primaria è il coinvolgimento delle nuove generazioni e del sistema scuola, interlocutore attento e sensibile ai temi e alle problematiche ambientali.
L'obiettivo del concorso, dunque, è portare gli alunni ad essere consapevoli, nella logica del saper fare e del saper essere, dell'importanza dell'interazione con il territorio per qualsiasi azione che punti al risparmio energetico. Da qui la necessità di attivare un dialogo costruttivo con le amministrazioni locali e di coinvolgere la scuola nel progetto del Patto dei Sindaci, rendendola così co-protagonista delle scelte del territorio in campo energetico e ambientale.
Il concorso, nella sua decima edizione, diventa anche una strategia per attivare un confronto tra i docenti coinvolti, che hanno la possibilità di scambiare le proprie esperienze e competenze attraverso la costruzione di una piattaforma didattica, al fine di creare percorsi educativi comuni per la condivisone di un nuovo linguaggio dell'energia.
Nella decima edizione il concorso si veste ufficialmente della bandiera europea. Sono stati sottoscritti infatti accordi di Programma con Cipro, Avila (Spagna) e Croazia per la realizzazione del concorso Energiochi/Energame/Enerjuegos, che avverrà contemporaneamente e nelle stesse forme nei paesi coinvolti.
Sono, inoltre, in via di sottoscrizione e attivazione accordi con la Romania, Svezia,Inghilterra, Grecia.
L'adesione all'iniziativa, come nelle trascorse edizioni, è completamente gratuita per le scuole, che potranno usufruire, inoltre, di docenze da parte di esperti in materia e della possibilità di effettuare visite didattiche presso impianti di produzione di energia alternativa presenti nella regione e di svolgere laboratori didattici presso i Centri di educazione ambientale di interesse regionale.
La domanda di partecipazione dovrà pervenire entro il 20/12/2014, secondo le modalità indicate nel Bando.

Avvisi ed Eventi

In questo momento non vi sono eventi pubblicati...